Tre premi alla Carriera a tre personaggi illustri Italiani: Marche, Campania e Sicilia alla quinta edizione del premio “Francesca Spampinato – Poesie sotto l’albero è sempre Natale”.

Alla quinta edizione del premio letterario Francesca Spampinato – Poesie sotto l’albero è sempre Natale, durante la cerimonia di premiazione saranno consegnati tre permi alla carriera a tre personaggi Illustri del mondo sociale, culturale, letterario e umano, si tratta del Poeta /Scrittore Elvio Angeletti di Marzocca – Senigallia (Ancona), del Poeta / Scrittore Francesco Gemito di Afragola (Napoli) e dell’Ex Preside del prestigioso Liceo Maurolico di Messina Prof. Saro Abbate – Messina.

Elvio Angeletti nasce a Senigallia il 06/05/1954 vive a Marzocca- Senigallia (AN).

Fin da ragazzo mostra predisposizione all’arte e inizia a dipingere; arte che, lascia per via del tempo sempre meno a disposizione. Negli anni il desiderio di esprimersi attraverso forme artistiche si fa sentire con la parola e Elvio comincia a scrivere frasi che nel tempo si trasformeranno in poesie. Con il pensionamento, trova il tempo da dedicarvi e inizia a partecipare a vari concorsi di poesia nazionali ottenendo ottimi riconoscimenti, tra i podi ottenuti anche un II posto al premio Alda Merini organizzato dall’Accademia Dei Bronzi di Catanzaro.  Dal 2011 al 2021 Elvio pubblica sei (6) sillogi poetiche, è presente in moltissime antologie, alcune a sfondo sociale. È presidente del concorso “Poesia nel Borgo” da lui creato in collaborazione con la Biblioteca Comunale “Luca Orciari” di Marzocca e da alcune associazioni culturali presenti nel comune di Senigallia.

Negli ultimi periodi si dedica anche alla video-poesia (cortometraggio).

Francesco Gemito, è nato a Casoria il 3 aprile 1967, dove tutt’ora vive. Vissuto in una famiglia con disagi sociali, da ragazzino stava per intraprendere la strada dell’illegalità. I suoi fratelli hanno spesso pagato i conti con la giustizia e alcuni suoi parenti sono morti in agguati di camorra. Francesco da ragazzino fu attratto da un libro di poesie di Totò e iniziò a scrivere poesie, successivamente si converte alla fede evangelica e cambia vita. Ha svolto diversi lavori nel campo edilizio e nello stesso tempo si dedicava al volontariato nell’aiuto del recupero tossicodipendenti. Dopo il servizio militare svoltosi a Trieste nel 1987, incontra il maestro della canzone napoletana Sergio Bruni e per diversi anni frequenta casa sua per imparare a scrivere meglio le poesie. Inizia a recitare in varie compagnie del teatro amatoriale, Luisa Conte gli propone un provino nella sua compagnia, ma per scelta d’amore abbandona il mondo del teatro. Partecipa a numerosi concorsi letterari, riscuotendo un discreto successo. Per diversi anni abbandona il mondo della letteratura, scrivendo solo per se e leggendo centinaia di libri di narrativa. Nel 2004 entra a lavorare nella scuola pubblica a Milano, in qualità di collaboratore scolastico. Nello stesso anno un suo fratello si suicidò e Francesco entra in uno stato di crisi, quasi ad arrivare alla depressione. Per un anno sotto cura da un psicologo milanese, gli viene consigliato di prendere la penna e non lasciarla più. inizia a scrivere il romanzo della sia vita “ La rabbia e l’amore “ un romanzo che gli apre le porte di un buon successo letterario. Inizia a scrivere seriamente poesie in lingua e in vernacolo, partecipa a premi letterari riscuotendo un notevole successo. Nel 2008 torna nella sua città, e inizia una dura battaglia contro il sistema della camorra, mettendo a repentaglio la propria vita. Inizia anche una nuova avventura, il giornalismo. Su un giornale locale scrive articoli denunciando il degrado di abbandono della sua Casoria, ricordando le vittime innocenti della camorra, e denunciando il Racket di varie esercizi commerciali. Nel 2015 all’età di 48 anni realizza il suo sogno nel cassetto; si diploma in amministrazione, finanze e marketing, e gli viene rilasciato il tesserino dell’ordine dei giornalisti pubblicista. Nel 2009 ha ideato e organizzato per otto edizione il premio letterario “ Le parole dell’anima “ città di Casoria, e nel 2017 ha ideato il premio “ Uniti per la legalità “ un premio letterario contro le mafie. Nel 2017 con Milena Edizione ha pubblicato “ Malacittà “ un libro denuncia della sua città. Casoria

Rosario Abbate, che nasce a Palermo il 10 aprile 1952 e nel 1978 consegue la laurea magistrale in Scienze Geologiche presso l’Università degli Studi di Palermo (votazione 110/110 cum laude), per 39 anni ha prestato servizio nella scuola pubblica statale in qualità di docente di scienze e di dirigente scolastico; negli ultimi anni di servizio ha diretto lo storico e prestigioso Liceo Classico “F. Maurolico” di Messina.

È stato socio di diverse società scientifiche (Società Geologica Italiana, Il Naturalista Siciliano, International Association of Hydrogeologists, ecc…) e in qualità di collaboratore esternoha partecipato ad  attivitàdi ricerca presso l’Università degli Studi di Palermo. È autore e coautore di circa 50 pubblicazioni scientifiche (presentate e stampate in riviste specialistiche, congressi nazionali e internazionali) e articoli di interesse didattico-divulgativo; inoltre ha curato la stampa di cinque pubblicazioni tra annuari scolastici e opuscoli didattici.

Con l’incarico di direttore, docente e tutor ha partecipato a corsi di formazione/aggiornamento organizzati dalle istituzioni scolastiche e da associazioni ambientaliste no profit.

Ha ricevuto il “Premio del Ministero per i Beni Ambientali e Culturali – Sezione Mineralogia e Geologia” per l’anno 1990 e insignito a Roma con medaglia d’oro dal Presidente della Repubblica Italiana, Sen. Francesco Cossiga, nell’Adunanza Generale dell’Accademia Nazionale dei Lincei del 14 giugno 1990.

Dal 15 dicembre 1985 al 31 agosto 1988 è stato Presidente della Biblioteca Civica del Comune di Pisogne (BS), mentre dal 1° gennaio 2007 al 31 dicembre 2018 è stato iscritto all’Albo Professionale dell’Ordine Regionale dei Geologi di Sicilia. Il 13 agosto 2015 a Monforte San Giorgio (ME) nell’ambito del “Premio San Giorgio 2015” è stato insignito di una targa speciale.

È Membro della Direzione Nazionale Di.S.A.L. per il triennio 2021/2024 ed è iscritto a diverse associazioni di categoria, culturali ed ambientali; tuttora è componente del comitato direttivo di alcune delle suddette organizzazioni (Staff del Presidente nel Direttivo Regionale dell’ANP Sicilia,  Direzione regionale Di.S.A.L Sicilia, Associazione Culturale Liceo Classico Maurolico e Club per l’UNESCO di Messina): Inoltre è componente del Gruppo di Volontariato di Protezione Civile del Circolo Legambiente dei Peloritani di Messina e vicepresidente/tesoriere della struttura provinciale di Messina dell’ANP. Il 10 agosto 2022 il Consiglio Comunale di Monforte San Giorgio (ME) gli ha conferito la Cittadinanza onoraria.

IL PREMIO ALL’AMICIZIA “MEMORIAL MAURO BAFUMI” E’ STATO ASSEGNATO AL DOTT. GIUSEPPE STEFIO (SINDACO DI CARLENTINI ).

LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE SI TERRA’ PRESSO IL PRESTIGIOSO NH HOTEL PARCO DEGLI ARAGONESI SALA JOLANDA D’ARAGONA – SABATO 21 GENNAIO 2023 – ORE 16.30

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: